14
Settembre
2020

Formaggio alla piastra: il segreto per prepararlo

Il formaggio alla griglia o alla piastra è un’ottima alternativa nelle grigliate di pesce o di carne, ma quali sono i migliori formaggi da fare alla piastra? E come prepararli?

I formaggi che meglio si prestano alla cottura sulla piastra sono quelli a pasta dura o semidura, ma non troppo stagionati. Anche i tomini di montagna, però, sono ottimi se cucinati alla griglia.
Questi ultimi necessitano di una preparazione davvero semplice: basta metterli sulla griglia non troppo calda e lasciarli cuocere fino a quando la scorza esterna sarà diventata croccante, mentre all’interno si noterà che la pasta del formaggio sarà completamente fusa in una deliziosa crema.

Ma come preparare il formaggio in fette alla piastra?

Per preparare il formaggio alla piastra come quello dei rifugi di montagna, che viene solitamente servito insieme alla polenta, il prendete una fetta di formaggio alta circa un centimetro, scegliendo un formaggio a pasta semidura e evitando di togliere la buccia, ma limitandovi a pulirla leggermente con un coltello o una spazzola. Mettete a scaldare la vostra piastra, nel frattempo infarinate leggermente la fetta di formaggio, cercando di evitare che si creino degli eccessi di farina che darebbero un sapore alterato al formaggio. A questo punto potete mettere la fetta sulla piastra e lasciare che faccia una bella crosticina croccante e dorata. A quel punto potete girare la fetta e portare a cottura anche l’altro lato.

Preparato in questo modo, il formaggio fuso risulterà croccante fuori e cremoso e morbido all’interno. Potete servirlo con pane casereccio, con la polenta, con le verdure grigliate o al forno, ma anche con una semplice insalata!

Avete mai provato il nostro Leonessa grigliato? È un’ottima alternativa ai più classici tomini e Provoloni dolci e piccanti!

Torna alle news