6
luglio
2018

La musica può influenzare la stagionatura del formaggio?

È un’idea che viene dalla svizzera: per otto mesi alcune forme di formaggio ascolteranno Mozart!

La musica è già stata utilizzata negli allevamenti per tranquillizzare gli animali e in certi tipi di coltivazioni per aiutare la crescita delle piante, ma ora da Burgdorf, in Svizzera, arriva una nuova idea: sfruttare vari generi musicali per influenzare la stagionatura dell’Emmental. L’esperimento sarà portato avanti da studenti e ricercatori dell’Alta scuola d’Arte di Berna (HKB), collaborando con il produttore di formaggi Beat Wampfler.

Proprio il produttore infatti ritiene che la musica, da quella classica a quella hip-hop, abbia un ruolo importante nel processo di stagionatura del formaggio. Per ogni tipologia di formaggio, infatti, si dovrebbe scegliere un genere musicale adatto. Wampfler sostiene che, così come piante e bestiame reagiscono positivamente alla diffusione di certi suoni, anche i batteri contenuti nel formaggio potrebbero trarre beneficio dalla presenza costante di un sottofondo musicale.

I batteri sono direttamente responsabili del gusto del formaggio, infatti durante il processo di trasformazione che mettono in atto causano l’alterazione del sapore, di conseguenza, secondo Wampfler, se i batteri recepiscono un determinato tipo di musica quel formaggio avrà un sapore distintivo, diverso da quello maturato con un’altra “colonna sonora”. Ecco la ragione di questo esperimento, che partirà in autunno e durerà otto mesi. Non resta che aspettare e assaggiare l’esito!

Torna alle news

Leonessa

Ci sono prodotti dal gusto unico e impareggiabile che solo Ca.Bre può offrirvi, perché sono frutto di anni di lavoro, ricerca ed esperienza nel settore.

Leggi tutto...